Giardino Elettronico
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

_EmmE_
_EmmE_
mela
mela
Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 12.11.19
141021
Salve a tutti, carissimi. Vorrei aprire questa diacussione per raccogliere delle opinioni riguardo alla beyer DT1770, cuffia di cui sono recentemente entrato in possesso. Se v'è tra di noi qualche possessore, o più semplicemente qualcuno che vuole dire la sua, sono molto interessato e vi prego di farvi avanti.
Dal canto mio, posso dire che stò provando in questi giorni il filtro proposto da un noto sito, ormai defunto, di cui riporto di seguito lo schema:
Beyerdynamic DT1770 Screen10
Lo scopo dichiarato è quello di mitigare il picco della risposta in frequenza intorno agli 8khz. Per puro scrupolo personale ho voluto verificare che almeno in teoria il filtro facesse ciò che dichiara il suo ideatore, oltre che a capire che parametri variare per un eventuale "tuning". Effettivamente il filtro è un elimina banda centrato ad 8kHz con circa 9db di attenuazione.
Per i miei gusti personali il filtro all'ascolto è migliorativo, "limando" quell' eccesso nei medio alti che ho lamentato fin da subito e che mi preclude ascolti prolungati.
Marco
Condividi questo articolo su:redditgoogle

Commenti

bandAlex
14/10/2021, 10:48bandAlex
Ottima segnalazione.

Una cosa simile la feci per la Denon D5000, diversi anni fa, per mitigare la gamma bassa un po' eccessiva. In quel caso era un semplice filtro passa-alto che agiva dagli 80Hz in giù.

La DT770 è sempre stata considerata una cuffia problematica, non solo in gamma alta, ma anche per il resto della risposta non perfettamente lineare.

Dirty Harry
14/10/2021, 14:08Dirty Harry
Interessante...
Non condividerei, peraltro, il consiglio di utilizzare lo stesso filtro con l'Amiron Home, i cui punti deboli sono - almeno nella mia personale esperienza - da rinvenire più nelle frequenze precedenti - da 1k a 2,5KHz circa - la gamma interessata dall'intervento, che non mi sembra particolarmente critica; o, perlomeno, non mi sembra rivelare all'ascolto un picco così elevato come quello rinvenibile dalla risposta in frequenza della DT1770.
Sicuramente un picco come quello evidenziato, preceduto da quel buco nell'intorno di frequenze, pure evidenziato dalla risposta in frequenza, non può che introdurre aberrazioni timbriche sul medio-alto.
Carlo&Co
14/10/2021, 22:09Carlo&Co
Il filtro passivo descritto, e la curva analizzata, sono con la 1770 e i pads della 770, che non sono proprio gli stessi della 1770.
Gia' c'è una bella modifica acustica fatta nella camera frontale il driver, dunque il filtro opera in maniera descritta su questa particolare chamber resonance.
Sarebbe da capire e ascoltare le differenze con i pads originali della 1770, pelle o velluto. Quelli della 770 sono differenti, col cerchio interno più piccolo nel diametro.

DT1770 pelle
https://europe.beyerdynamic.com/catalog/product/view/id/3948/

DT770 velour
https://europe.beyerdynamic.com/catalog/product/view/id/1213/
_EmmE_
19/10/2021, 09:14_EmmE_
@Dirty Harry ha scritto:Interessante...
Non condividerei, peraltro, il consiglio di utilizzare lo stesso filtro con l'Amiron Home, i cui punti deboli sono - almeno nella mia personale esperienza - da rinvenire più nelle frequenze precedenti - da 1k a 2,5KHz circa - la gamma interessata dall'intervento, che non mi sembra particolarmente critica; o, perlomeno, non mi sembra rivelare all'ascolto un picco così elevato come quello rinvenibile dalla risposta in frequenza della DT177.
.
Grazie mille per il tuo feedback sulle amiron, cuffie che ho molto desiderio di ascoltare e che, purtroppo, non sono ancora riuscito a fare.  Proprio questo weekend era in programma un' ascolto con un mio amico possessore, ma è saltato tutto...
Io credo che il consiglio del sito sull'estendere quel filtro anche ai modelli 1990 e amiron (con una modifica nei db di attenuazione in questo caso) derivi dal fatto che le risposte da loro misurate sono simili nel range di intervento del filtro, per le 3 cuffie in questione.
Beyerdynamic DT1770 Img_2010
Mi fa piacere sentire che anche se le risposte sono simili in quella fascia (secondo quelle misurazioni), la percezione all'ascolto è differente. Attendo di poter ascoltare(o comprare busted le amiron ) e constatare personalmente queste sensazioni.

Per quanto riguarda i pads, come fatto giustamente notare da carlo&co, la differenza della risposta è abbastanza influenzata dal tipo di pad usato. In particolare sempre lo stesso sito riporta questo grafico:
Beyerdynamic DT1770 Img_2010
Beyerdynamic DT1770 Img_2011
Io per ora ho usato i pads in velluto, quando proverò quelli in pelle riporterò qui le differenze eventuali all'ascolto band
Buona giornata a tutti,
Marco
Dirty Harry
20/10/2021, 00:13Dirty Harry
@_EmmE_ ha scritto:Grazie mille per il tuo feedback sulle amiron, cuffie che ho molto desiderio di ascoltare e che, purtroppo, non sono ancora riuscito a fare.  Proprio questo weekend era in programma un' ascolto con un mio amico possessore, ma è saltato tutto...
Io credo che il consiglio del sito sull'estendere quel filtro anche ai modelli 1990 e amiron (con una modifica nei db di attenuazione in questo caso) derivi dal fatto che le risposte da loro misurate sono simili nel range di intervento del filtro, per le 3 cuffie in questione.
Beyerdynamic DT1770 Img_2010
Mi fa piacere sentire che anche se le risposte sono simili in quella fascia (secondo quelle misurazioni), la percezione all'ascolto è differente. Attendo di poter ascoltare(o comprare busted le amiron ) e constatare personalmente queste sensazioni.

Buona giornata a tutti,
Marco
E' che non sono convinto, nell'immediato, dalla verosimiglianza dei grafici alla situazione reale - o, meglio, dalle conclusioni alle quali per quel tramite si dovrebbe arrivare - e, mediatamente, alla somiglianza tra le cuffie evidenziate.
Diciamo che sino al medio, l'orecchio artificiale da' responsi ampiamente sovrapponibili tra quelli rappresentati; la situazione cambia, però, al salire delle frequenze riprodotte a causa dei fenomeni di break-up e delle loro interazioni con l'orecchio artificiale.
A motivo di ciò, quei picchi che spesso si notano nelle regioni più elevate delle risposte in frequenza delle cuffie - soprattutto quelle dinamiche - non sono molto rappresentativi di una situazione reale e la cosa rischia di essere vieppiù falsata in caso si voglia riportare a normalità, per il tramite di ipotesi - compensazioni tramite DSP - sulla loro distribuzione, le irregolarità presunte.
Ciò non vuol dire che non si possano fare ipotesi sul suono di determinate cuffie sulla scorta di tali risposte in frequenza, quanto che in base a quella natura indiziaria tali ipotesi debbano essere valutate.
Spesso, invece, mi sembra che il giudizio personale preceda quello tecnico - o reputato tale - ed alla stregua di quest'ultimo venga frettolosamente validato - in un circolo vizioso - quello personale. Ecco perché ritengo eccessivo dedicarsi ad una correzione scientifica, tramite filtri, di fantomatici picchi nella restituzione delle frequenze audio.
Rimanendo nel caso in esame, mentre la Amiron Home è una cuffia sostanzialmente aperta, la DT1770 è una cuffia chiusa, una differenza che non viene adeguatamente espressa - anche qualora il trasduttore sia simile - dalla risposta in frequenza. A parte questo, ed è - come ho già detto - un parere personale, mi è sembrato che il comportamento non desiderabile della Amiron risieda non tanto nel medio-alto (al quale non trovo particolari appunti da imputare) quanto in un certo svuotamento del medio - segnatamente quella parte che contribuisce a dare conto delle voci maschili - che risulta, così, indebitamente alleggerito in alcune porzioni di frequenze. Ciò in un contesto di complessiva positività del giudizio su questa cuffia, ma che nondimeno deve essere obiettivo e giustamente critico.
Sul contesto in cui il mio personale giudizio sull'Amiron è maturato vi è ampio ragguaglio in altra parte del Forum.
smile
Contenuto sponsorizzato
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.