Condividi
Andare in basso
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 11/2/2020, 23:19
Dopo quasi 5 anni di prove, di giochi, di ascolti, qualcosa inizia a consolidarsi.
Il mio pensiero va a uno schivo autocostruttore ligure che ha saputo indirizzarmi e consigliarmi. Sono stati anni molto formativi che, purtroppo, hanno tolto parte del mio approccio ideologico che tanto apprezzo. Vedremo di recuperare in altre discussioni questo aspetto.
Grazie GCM. 
Colgo l'occasione per ringraziare m_b. E' stato lui a propormi di dare indicazioni concrete e ripetibili per potersi realizzare a casa un amplificatore per queste meravigliose cuffie. E' riuscito a spronarmi.
"L'improprio" giapponese nel titolo vuole, essere, in primis, un omaggio a Stax. Il resto lo capirete. Sicuramente ci arriverete alla svelta. Ha sua sua ironica pertinenza  fisch

Penso sia doveroso iniziare con alcune docce fredde. Sono salutari e raffreddano i bollenti spiriti.
Iniziamo con il fattore costo dei componenti.
Purtroppo non sono mai stato bravo. Non sono mai riuscito a fare oggetti economici e prestazionali. La mia storia è fatta di molte realizzazioni piuttosto impegnative economicamente ma discutibili come risultato finale.
Con il tempo, sono riuscito a ridurre la discutibilità e i costi ma non posso stravolgermi oltre. grande sorriso
mi sono permesso di sommare ancora grossolanamente il costo di ogni componente escludendo il telaio i frontali e la finitura.
Sono arrivato a un cifra che oscilla tra i 2100 euro e i 2400 euro. Nono sono pochi.
Forse qualcosa si riesce a limare ma....
Per procurarsi tutti i componenti ci vorrà tempo e molta pazienza.

Ovviamente, per prima cosa, fornirò uno schema di massima (quello dettagliato lo devo verificare)  e una prima lista della spesa. Se qualcuno con le sue fonti avrà modo di trovare i componenti a un prezzo inferiore non potrò che essere contento. Per esempio, i Lundahl di uscita forse si pagano meno acquistandoli in Germania.
a breve il disegno del telaio.
A presto  frankie
m_b
m_b
mela
mela
Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 18.11.15

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 12/2/2020, 00:20
Caro Mario, troppo buono! Sono io a ringraziarti. È bello quando qualcuno, come te, come Alex ( che ha meriti speciali!), si rende disponibile a condividere sapere ed esperienza.

....non rimane che augurarsi “ buon viaggio” !

smile
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1348
Data d'iscrizione : 28.08.13

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 12/2/2020, 06:56
Bene, bene... Vediamo se riesco a cpire anche qualcosa in merito all tecnica costruttiva, oltre che sul suono di questi apparecchi...
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6436
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 12/2/2020, 10:20
Quando poco fa ho visto tra i titoli degli argomenti la scritta in giapponese ho fatto due ipotesi: la prima, che avessi qualche impostazione sbagliata del browser; la seconda, che qualche hacker orientale avesse violato il forum. grande sorriso Poi mi sono accorto che era un nuovo thread...

Bella la scritta in giapponese! Sto morendo dalla voglia di copiarla nel traduttore di google, ma preferisco aspettare che l'arcano si sveli da solo con le prossime puntate di questo interessante progetto. Rimango in attesa, con una certa impazienza. guitar
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 12/2/2020, 10:26
Se con il traduttore  ci arrivi a comprendere l'arcano, sei davvero bravo. Ti anticipo che è una ironica autocritica  grande sorriso
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 13:45
Scusate i silenzi piuttosto prolungati (purtroppo ce ne saranno ancora).   fisch

Ancora alcune noiose premesse per far comprendere da dove sono partito e dove vorrei arrivare.
Nel 2015 Ho iniziato ad apprezzare il suono Stax. Sono sempre stato affascinato dall'eleganza e dalla compattezza dei loro amplificatori a tubi ma sono sempre state le cuffie i loro “piatto forte”. In questi anni ne ho avute parecchie. Pur non potendo competere con certi appassionati d'annata che hanno praticamente avuto tutto, nel mio piccolo, ho cercato d'impegnarmi.
Ecco i miei acquisti: SR-507, SR-L700, SR-L500, SR-007 (Mk2), SR-L300 Limited, SR-009, SR-L300. Lo so: mi mancano le vecchie. E' uno dei miei tanti limiti.
All'inizio l'ascolto di queste cuffie ti ammalia ma, con il passare del tempo, vorresti sempre di più la moglie ubriaca e la botte piena. Si gradirebbe, infatti, oltre alla magica precisione “eterea” di queste libidini elettrostatiche anche una fisicità nettamente più presente. Si comprendono, con il passare del tempo, alcuni limiti probabilmente genetici di questo approccio ma il trucco ci potrebbe essere. Senza intaccare l'affidabilità forse queste cuffie, con altri amplificatori possono offrire di più. Il carattere algido, compassato, e spocchiosamente allergico a certi generi musicali è imputabile alla tipologia di trasduttori o anche degli ampli di serie?
Ecco che si inizia a studiare il da farsi. E' una brutta malattia.
Per realizzare un amplificatore per cuffie elettrostatiche, le strade da intraprendere possono essere molto differenti. Si potrebbe realizzare una versione completamente a tubi con una circuitazione simile a quella del T1. Non sarebbe difficile. Però, il collo di bottiglia rimane lo stadio finale. Interessante, elegante, poco ingombrante ma forse un poco “esile”. Altro tema è il tipo di carico. Quello resistivo adottato, presenta vantaggi ma pure svantaggi.
Tralasciando la scuola americana ( troppi tubi e troppo feedback ), ho sempre scelto soluzioni semplici e sicure. Altissimi guadagni e zero feedback. I lavori di GCM mi hanno sempre convinto. La conferma l'ho avuta a Modena circa tre anni fa quando c'è stato modo di ascoltare le sue realizzazioni sia in single ended che in push-pull. Anche per lui, i circuiti si sono evoluti. Grande creatività ma sempre con coerenza.
Ascoltare questi amplificatori ti permette di scoprire il lato meno compassato e più viscerale di queste cuffie. Certo non possono competere per immanenza con delle Sony MDR-Z1R
ma è sorprendente scoprire il lato più “oscuro” e segreto delle cuffie Stax. Effettivamente, sanno offrire molto di più. Alla luce di questa scoperta (dell'acqua calda), risulta senz'altro auspicabile la scelta di impiegare, non necessariamente in via esclusiva, altri amplificatori.

Continuando a mettere le mani avanti, ringrazio in anticipo chi vorrà intraprendere, a suo rischio e pericolo, questa lunga impresa.
Le insidie sono tante e francamente i risultati saranno tutt'altro che certi. Il rischio che tutto finisca nell'isola ecologica si pone. blink
Io posso metterci la massima disponibilità ma non è detto che possa piacere necessariamente a tutti. A giocattolo finito, si troverà il modo di farlo ascoltare a qualcuno. Devo ragionarci bene.
Colgo anche l'occasione di segnalare che, per come è pensato, l'ampli dovrà quotidianamente essere messo in equilibrio statico. E' una stupidaggine come procedura  ma è giusto che lo sappiate per tempo. In sostanza questo arnese starà al tester come un giradischi analogico sta alla bolla. Per carità, in questi giorni non ho acceso il multimetro digitale ma non sto ascoltando seriamente e funziona tutto divinamente ma.... 

m_b mi sta aiutando con la lista della spesa. A breve un elenco dei componenti "sicuri"
Il disegno procede a strappi (come sempre). Ho pensato come rendere più versatile l'ampli.
Perdonatemi queste anticipazioni apparentemente caotiche. Il tempo chiarirà tutto. 
Se tutto fungerà decentemente, da subito, si cercherà di avere anche l'ingresso sbilanciato. Lo so, lo stadio driver si complicherà un poco permettendo, inoltre, a chi lo vorrà, di avere solo il potenziometro doppio al posto di quello quadruplo.
Per tanti motivi, (corrente anodica, facilità di selezione, reperibilità, prestazioni elettriche ma non solo) potrebbe essere interessante usare, in alternativa alle ECC86 delle normali ECC83 in SRPP in differenziale. ( grazie GCM ). Ci sarà la rottura di scatole dei due CCS catodici ma tutto dovrebbe migliorare e divenire più versatile
Per la raddrizzatrice, pensavo a due opzioni a riscaldamento indiretto eleganti ma costose. Potrebbe funzionare benino la GZ32 ma anche la GZ37 (ovviamente non intercambiabili immediatamente). Oppure, con schedina cinese di ritardo, la più normale 5U4GB  (gradita la GB non la G). E' tutto da provare all'ascolto. Purtroppo sono aspetti che ex-ante non posso valutare avendo nel mio ampli l'alimentazione a stato solido. Gli ultimi giorni li ho passati davanti al simulatore per ottenere le tensioni corrette, rispettando fin dal t0 la massima IRFM. Posso assicurare che è un'attività alquanto snervante. Tenendo presente l'impiego di punti di lavoro non tiratissimi.
Altro aspetto che volevo assolutamente tenere presente, è l'abbinamento cuffia / tubo finale. Si potranno gestire convivenze molto particolari massimizzando le possibilità di variazione tenendo presente sempre i giusti valori di polarizzazione ( Non è un WOO audio dove tutto è compatibile o quasi. Il gioco sarà permesso solo ai veri appassionati che sanno usare testa e mani. I tube roller pieni di certezze sarà meglio che facciano altro  ).
Le sostituzioni saranno sempre possibili. Basterà cambiare flangia e zoccolo adattando, al limite le resistenze catodiche
Esempio SR-L300, SR- L300Limited e SR-007 dovrebbero andare bene con la economica CV3889 ( gli zoccoli Rimlock possono essere un salasso ).
SR-009 e SR-L700 6P14P (Noval). EL41 Tungsram e EL34 si veda sotto dopo alla voce “feticisti”
per la Jade EL41 Tungsram (sempre Rimlock come la CV3889) e EL34
Per chi si dimostrerà davvero “feticista” ci si potrà divertire con gioiellini veramente irripetibili, La antica EL3  (Transco) del 1936 che sarebbe l'antenata della EL41, la El6 del 1938 (Transco), la 4699, (Transco).

Seguendo i propri gusti, si potranno anche impiegare le 6V6, la 6F6, ecc. 

Vi prego di pazientare. Grazie    smile
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6436
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 14:32
Io paziento, e aspetto. Non ho alcuna intenzione di muovermi da qui. wink
UF6
UF6
mela
mela
Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 26.03.15
Località : Contado Fiorentino. Ora C/O Casa!!

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 17:26
"Per la raddrizzatrice, pensavo a due opzioni a riscaldamento indiretto eleganti ma costose. Potrebbe funzionare benino la GZ32 ma anche la GZ37 (ovviamente non intercambiabili immediatamente). Oppure, con schedina cinese di ritardo, la più normale 5U4GB  (gradita la GB non la G)."


Mario, vorrei suggerirti le 6D22S per l'alimentazione ................ hanno circa 30s di "soft start" e sono industrittubili.
il mio cent.........
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 18:03
Grazie mille. E' un tubo molto robusto e interessante. Purtroppo, preferirei usare una singola raddrizzatrice per motivi di spazio e a 5V
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 21:03
Se fosse per me, mi fiondavo su questa. Solo che ci sarebbe stato un coro di pernacchie  grande sorriso  grande sorriso
Ho cercato di tenere i piedi per terra per una volta (comunque con 30 minuti di lavoro posso impiegarla    wink)

https://youtu.be/5nfSWrEuWNg
2slow4u
2slow4u
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 176
Data d'iscrizione : 25.07.14
https://www.youtube.com/user/magrosi65, https://www.youtube.com/

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 21:25
Beh, gli anodi mesh sono sicuramente scenografici!
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 770
Data d'iscrizione : 09.07.14

Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー ) Empty Re: Un amplificatore per cuffie elettrostatiche ( コジンスキー )

il 16/2/2020, 21:31
Vero  grande sorriso.
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum