Sigma Delta Modulation e il problema degli idle tones

Andare in basso

Sigma Delta Modulation e il problema degli idle tones

Messaggio Da fstiffo il 12/5/2018, 08:42

Per chi voglia farsi una bella lettura tosta ecco un articolo della convention AES 2007 che introduceva, già allora, al problema degli idle tones nella decodifica SDM, solo questo dovrebbe mettere in guardia su DSD e compagnia bella, come dire si butta fuori il gatto dalla porta e rientra dalla finestra.

Per chi non fosse super ferrato in meccanica razionale, i cicli limite (concetto chiave per capire l'articolo), sono un comunissimo fenomeno fisico-matematico che governa molti fenomeni oscillatori naturali, ad esempio, permette agli orologi meccanici  con meccanismo a pendolo/bilanciere + molla di funzionare con una precisione ragionevole o a molti strumenti di emettere note intonate  grande sorriso. Consiglio l'articolo di Wikipedia inglese, quello italiano e' troppo succinto:

https://en.wikipedia.org/wiki/Limit_cycle

Ecco l'articolo dell AES:

https://www.eecs.qmul.ac.uk/~josh/documents/PerezReiss-AES122.pdf


Sperando di far cosa grata, buona lettura domenicale
avatar
fstiffo
nespola
nespola

Messaggi : 339
Data d'iscrizione : 02.05.14
Località : Venezia

Torna in alto Andare in basso

Re: Sigma Delta Modulation e il problema degli idle tones

Messaggio Da bandAlex il 12/5/2018, 10:46

Articolo molto interessante. Grazie per la segnalazione.

Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui i sigma delta tendono a suonare "monotoni", ad appiattire tutti i generi musicali, a suonare tutto uguale. E' una sensazione di artificialità piuttosto comune tra tutti quelli che hanno provato a ritornare su un multibit e hanno potuto fare la differenza. Soprattutto se il multibit è non-oversampling.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5391
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum