Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da password il 6/12/2017, 17:07

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Da acceso, era ancora più bello:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Ti è piaciuto tanto che ne hai acquistati due. grande sorriso

password
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1188
Data d'iscrizione : 03.12.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 6/12/2017, 17:18

Foto presa in prestito dalla rete... probabilmente uno che li vendeva (usati).

Vendere il TA-N77ES insieme al suo pre, è stata una delle cazzate più grosse della mia vita...
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da best5656 il 6/12/2017, 19:23

Caro Alex, di cazzate se ne fanno, Io mi sono sempre pentito di aver venduto il Pioneer A09, un Classe A da 30W, macchina eccelsa ed ora quasi introvabile, se non a prezzi da "Strozzinaggio", ma capitandomene uno in perfetto stato...lo ricomprerei ad occhi chiusi.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
best5656
pesca
pesca

Messaggi : 530
Data d'iscrizione : 01.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da password il 6/12/2017, 19:42

Sarebbe opportuno aprire un argomento ed ognuno  elencare le fesserie fatte in nome del miglioramento audio.
Outing.  grande sorriso
avatar
password
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1188
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da b.veneri il 6/12/2017, 21:26

Io sono stato follemente innamorato di questo, ma non me lo sono mai potuto permettere, cosi' non ho rimpianti per averlo venduto grande sorriso

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

--


Benedetto - Now playing: AF-6  [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola

Messaggi : 1446
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 7/12/2017, 10:21

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Caro Alex, di cazzate se ne fanno, Io mi sono sempre pentito di aver venduto il Pioneer A09, un Classe A da 30W, macchina eccelsa ed ora quasi introvabile, se non a prezzi da "Strozzinaggio", ma capitandomene uno in perfetto stato...lo ricomprerei ad occhi chiusi.

Hai fatto malissimo! Io invece sono stato sempre sul punto di prenderlo un A09, è davvero un ampli notevole. Tra l'altro, si adatta meravigliosamente bene al pilotaggio di una cuffia. Un gioiello.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da best5656 il 7/12/2017, 12:54

Infatti!!!...Abyss, Omega 007MKII; Audeze LCD, avrebbero beneficiato senz'altro di questo Meraviglioso Ampli, anche se oggi, comunque hanno un Viva al loro fianco!!!...Peccato ho fatto proprio una grande "Caxxata", all'epoca ed oggi ho dovuto spendere tanti solidi per sostituirlo.
avatar
best5656
pesca
pesca

Messaggi : 530
Data d'iscrizione : 01.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da best5656 il 7/12/2017, 15:53

...Intanto, ieri è arrivata questa!!!...Audeze LCD-X con Cavo Portento Audio Incanto Bilanciato...e sembra promettere bene dai primi ascolti con il Driver Prautes e Weiss DAC-202

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
best5656
pesca
pesca

Messaggi : 530
Data d'iscrizione : 01.04.15

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 11:13

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]" />

Il circuito è piuttosto convenzionale, si tratta di un tre stadi (come evidenziato nello schema semplificato), suddiviso in due rami del tutto indipendenti. Per l'analisi conviene considerare solo il ramo positivo:

- stadio di input, composto da un emitter follower (Q1)
- stadio di gain composto da un anello di 3 bjt (Q3, Q5, Q7)
- driver e finale, composto da Q9 e Q11  

Considerando entrambi i rami, il finale è un classico diamond buffer (Q9, Q10, Q11, Q12), una configurazione raramente usata come finale di potenza. E partiamo proprio dal finale, che è l'elemento più caratterizzante dell'amplificatore. Il diamond buffer è stato brevettato negli anni '60 del secolo scorso, e precisamente nel 1964 da tale Richard Baker, all'epoca professore al MIT. Si trova spesso negli opamp integrati (esempio lontano di Burr Brown: OPA660). Il motivo per cui si chiama "diamond" è esclusivamente grafico, dettato dalla disposizione dei transistor nello schema, anche se negli schemi attuali non c'è assolutamente nulla che assomigli neanche lontanamente ad un "diamante". Se però si guarda lo schema originale del brevetto, si comprende subito l'appellativo.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Un diamond buffer è comunemente usato nei circuiti integrati come stadio a guadagno unitario in tensione, ma con alto guadagno in corrente, in grado di pilotare carichi con impedenza piuttosto bassa. E' anche usato - raramente - nei circuiti a discreti, dove è necessario il matching dei bjt dei due rami (NPN, PNP) per minimizzare l'offset, ma solo per circuiti a bassa potenza (opamp, preamp, etc.). Il motivo per cui non è quasi mai impiegato come finale di potenza è che, per mantenere le proprie caratteristiche, un diamond buffer deve avere i driver identici ai transistori del finale. Questo significa che anche i driver saranno dei grossi dispositivi come i finali, con una grossa capacità parassita e polarizzati con una corrente piuttosto alta, complicando di parecchio il pilotaggio del buffer da parte dello stadio di gain. Quindi abbiamo che un diamond buffer usato come stadio di uscita di un amplificatore avrà come lati negativi 1) la dissipazione di una corrente molto alta e di conseguenza dei dissipatori più grandi e 2) la difficoltà di pilotaggio, il che impone l'utilizzo di qualche stratagemma da parte dello stadio di voltage gain.

La maggior parte degli amplificatori di potenza usa un "front end" che dispone di un certa amplificazione in tensione, seguito da uno stadio finale con guadagno in tensione unitario e alto guadagno in corrente che consente il pilotaggio di carichi piuttosto difficili come gli altoparlanti. Non è inusuale che un diffusore scenda ad un valore di impedenza di 2 ohm, o anche meno nei casi peggiori, ed è importante che l'amplificatore sia in grado di sostenere tali carichi, pena un aumento esponenziale della THD. Il classico stadio di uscita utilizza due transistor in cascata (due emitter follower), e dal momento che un buon transistor di potenza ha un guadagno in corrente di circa 100, il gain totale di un tipico stadio finale è di 100 x 100 = 10000. Questo vuol dire che in presenza di un altoparlante da 4 ohm, il finale presenterà un carico di 40 Kohm allo stadio che lo precede (lo stadio di gain in tensione). Anche se 40 Kohm sembrano un carico piuttosto facile, in realtà per il gain in tensione di un tipico amplificatore da un centinaio di watt rappresentano un carico alquanto difficile, tale da far aumentare significativamente la distorsione. Per questo motivo, nel 99% degli amplificatori in commercio viene utilizzato un feedback loop per aumentare la controreazione e abbassare la THD, anche se questo - di solito - non è così appagante all'ascolto.

Alcuni amplificatori per ovviare a questo problema senza adottare un anello di controreazione portano a tre il numero di bjt per ramo: in tal modo si ottiene un guadagno in corrente di 100 x 100 x 100 = 1000000, ovvero un milione di volte, che con lo stesso altoparlante di 4 ohm presenta un carico verso lo stadio precedente di ben 4 Megaohm. L'aggiunta di un ulteriore transistor per ramo è un costo irrisorio, e permette di non utilizzare la controreazione per appianare la THD, ma pochi progettisti usano tale soluzione perchè il feedback negativo è pane quotidiano per loro.

Nello schema del Dartzeel vediamo che lo stadio finale (indicato come terzo stadio nella parte inferiore dello schema) è composto da solo due transistor per ramo, il che rende soggetto tale stadio alla problematica di cui abbiamo parlato. Gli ingegneri della Dartzeel hanno risolto il problema usando un... anello di controreazione nello stadio di gain (indicato come secondo stadio, i transistor Q3, Q5 e Q7 per il ramo positivo) e in particolare tramite le resistenze R11 per il ramo positivo e R12 per il ramo negativo.

R11/R9 (ramo positivo) e R12/R10 (ramo negativo) sono due partitori che attenuano il segnale proveniente dall'uscita dello stadio di guadagno in tensione e lo riportano all'ingresso tramite gli emettitori di Q3 e Q4. Siamo in presenza quindi di uno stadio di voltage gain con current feedback.

Tale anello di controreazione rende lo stadio di guadagno in tensione (e pre-driver) sufficientemente forte da poter pilotare un diamond buffer di potenza.

Ma se un diamond buffer è così problematico, come mai viene utilizzato in questo caso? Una risposta valida scientificamente non c'è, mentre ce n'è una alquanto empirica che è il risultato di anni e anni di ascolti su varie tipologie circuitali: un diamond buffer di solito "suona" maledettamente bene. Una risposta a questi risultati così lusinghieri all'ascolto non c'è, ma per la mia esperienza personale posso ben dire che un diamond buffer è senz'altro la carta vincente di un amplificatore ben progettato, e come me la pensano molti altri autocostruttori che hanno avuto la pazienza di sperimentare.

Uno dei motivi potrebbe essere che in un ampli che utilizza come finale un diamond buffer i rami positivo e negativo rimangono del tutto indipendenti tra loro fino alla fine, ovvero le due semionde del segnale si incontrano in un solo punto: esattamente all'uscita dove è collegato pure l'altoparlante. Ciò normalmente non accade nei comuni amplificatori, dove è presente ad esempio un Vbe multiplier per la regolazione del bias:

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Tornando specificatamente al Dartzeel in questione, mi sembra chiaro che - almeno dallo schema semplificato del depliant - non c'è assolutamente nulla di nuovo sotto al sole. Si tratta di un amplificatore certamente molto interessante, e per i motivi sopra elencati sicuramente ben suonante.

Rimane ampiamente discutibile il prezzo, e la solita aura di esclusività di cui si ammanta il marchio. Senza considerare il fatto che in pratica lo stesso amplificatore è in commercio da diversi anni, anche se in versioni leggermente diverse. Il costo della componentistica e i presunti brevetti non giustificano l'esborso richiesto, ma si sa: nell'hi-end anche il prezzo contribuisce al risultato sonoro.

E' uno schema che lascia abbastanza incuriositi circa la sua capacità di mantenere costante il controllo dell'offset in uscita dall'accensione al regolare funzionamento .
Inoltre pare che il progettista abbia avuto problemi al proposito fino ad arrivare a ricorrere ad uno strano condensatore piatto tra R9 , R11 e Q 3 / R 10 , R 12 e Q 4 .
Inoltre il clone cinese prevede una scheda con il circuito servo , proprio per il solito problema dell'offset .
Si dice anche che il circuito debba essere acceso sempre con il carico collegato , sbadataggine che può costare caruccia
Anche quell'alimentatorino a 15 volt elementarissimo con quella resistenza in serie l'alimentazione principale che potrebbe generare rumore indesiderato
per Q 1 non mi sembra granchè elegante , anzi
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 28/1/2018, 11:33

Non ho lo schema del clone, dove si può vedere?
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 12:05

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Non ho lo schema del clone, dove si può vedere?
dartzeel 108 foto
clicchi e nella prima riga c'è lo schema
scusami ma non lo so postare , ops , vediam , fatto
Nella seconda riga si vede uno stampato con lo strano condensatore utilizzato che sembra preciso identico all'originale , quello piatto metallizzato da 0.022 e 4.5 volt Made in Mexico
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 28/1/2018, 12:42

L'uso degli zener per abbassare e stabilizzare la tensione dei bjt all'ingresso è piuttosto comune e non è affatto penalizzante, e in questo caso sono comunque bypassati da una capacità sufficientemente alta. Poi si tratta di un finale, che all'ingresso vede segnale già bello alto.

Vedo un bel trimmer per regolare l'offset, mentre non vedo il servo-dc, che quindi deve essere su una scheda a parte.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 28/1/2018, 12:57

Ah, lo stampato non si vede. Non ci sono link, neanche. wink
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:07

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
non posso postare i link , vedo se riesco con la foto
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:21

scheda amplificazione
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:23

servo
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:24

servo e scheda
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:26

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:L'uso degli zener per abbassare e stabilizzare la tensione dei bjt all'ingresso è piuttosto comune e non è affatto penalizzante, e in questo caso sono comunque bypassati da una capacità sufficientemente alta. Poi si tratta di un finale, che all'ingresso vede segnale già bello alto.

Vedo un bel trimmer per regolare l'offset, mentre non vedo il servo-dc, che quindi deve essere su una scheda a parte.
 sì gli zener , ma quella resistenza da 2 o 4 watt in serie i 50 vcc della alimentazione principale sembra un generatore di rumore .
esatto , servo made in Cina su scheda a parte
sì il trimmer , ma il problema , ritengo , sia la regolazione dell'offset che rimanga a zero o quasi sia da freddo che dopo < X > tempo di funzionamento : l'apparecchio scalda parecchio e pare abbia una manciata di watt , 10 o 15 , in classe A , nessun trimmer di regolazione per la polarizzazione , che non sembra una cattiva pensata , anzi


Ultima modifica di domenico80 il 28/1/2018, 17:35, modificato 2 volte
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 28/1/2018, 17:29

spero non aver combinato casino con le foto blink
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Dirty Harry il 28/1/2018, 17:44

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Vedo che siete rimasti senza parole...  vabbè...  blink bye
Sicuramente nessuno ha intenzione di cimentarsi in tali spese... vabbé farlo strano ma se il prezzo è questo... shifty
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca

Messaggi : 750
Data d'iscrizione : 16.06.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Edmond il 28/1/2018, 18:42

Eppure qualcuno che conosco, anche dall'orecchio buono, ha comprato questi finali "DartZeel clone" e pare che suonino in modo davvero entusiasmante...
avatar
Edmond
pesca
pesca

Messaggi : 992
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da bandAlex il 28/1/2018, 20:46

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Eppure qualcuno che conosco, anche dall'orecchio buono, ha comprato questi finali "DartZeel clone" e pare che suonino in modo davvero entusiasmante...

Se lo schema è aderente all'originale, in fondo perchè dovrebbero suonare male? wink
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5390
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Edmond il 28/1/2018, 21:46

Vedi Alex, molti idiofili che millantano prestazioni spettacolari di apparecchi dal costo esorbitante molto difficilmente sono in grado di ammettere che una ottima copia dal costo "ridicolo" possa suonare quasi come l'originale...
avatar
Edmond
pesca
pesca

Messaggi : 992
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Dirty Harry il 29/1/2018, 02:02

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Eppure qualcuno che conosco, anche dall'orecchio buono, ha comprato questi finali "DartZeel clone" e pare che suonino in modo davvero entusiasmante...

Se lo schema è aderente all'originale, in fondo perchè dovrebbero suonare male?  wink
Mi sembra, da quello che si è detto, che non sia proprio aderente all'originale...
Peraltro il contesto del richiamo - anche estetico - della fonte d'ispirazione, che fa tanto parvenu dell'hi-fi, mi ricorda il caso delle amplificazioni neozelandesi Perreaux degli anni '80. Si trattava di amplificazioni neozelandesi che mutuavano una circuitazione a mosfet dell'Hitachi - un progetto bensuonante - che - a detta degli esperti - non era neanche correttamente implementata. Si trattava di amplificazioni che erano comunque accreditate di un suono pregevole.
Ma, al di là delle mode del momento, siamo davanti a fenomeni che si sgonfiano con il tempo e che non lasciano conseguenze se non nelle finanze degli incauti acquirenti.
E siamo lontani dalle coordinate diy divulgative di progetti di un Pass, musa disponibile di una visione dell'hi-fi alla portata di tutti i volenterosi autocostruttori...
Insomma, se ci si fa propagatori di una determinata concezione dell'hi-fi - e relativo pratico approdo - si fa una scelta che è diversa dal mero scopiazzamento - un po' volgare - di un qualcosa reso appetibile dal momento; ci si sforza, cioè, di dare un contesto culturale al proprio pensiero e non una mera portata utilitaristica.
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca

Messaggi : 750
Data d'iscrizione : 16.06.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Edmond il 29/1/2018, 06:36

Pensiero molto raffinato ma, credo, non più reale nel mondo odierno dell'hi-fi...
avatar
Edmond
pesca
pesca

Messaggi : 992
Data d'iscrizione : 28.08.13

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da domenico80 il 29/1/2018, 07:25

Gli audiofili hanno speso paccate di soldi per dei lastroni di alluminio destinati a rivestire inutili mega trasformatori e circuitazioni dal semplice , Naim , al banale , Perreaux , xchè citato prima , ma ce ne stanno diversi altri di esempi , per poi ritrovarsi con elettroniche che sono depliant pubblicitari di qualche officina meccanica di fresatura e che sono ormai diventate invendibili .
La crisi ? Forse oppure un risveglio , finalmente ed una nuova presa di coscienza del rapporto prezzo valore .
Xchè allora non provare questi cloni Cinesi che costano da poco a quasi niente ?
Il clone non è l'originale ? 
Bene , se uno ne capisce da poco a poco di più e con l'aiuto dei forum , si può rifare alla perfezione la scheda originale e , xchè no , anche migliorarla , almeno se il fine ultimo è ascoltare benone senza investire capitali .
Trattasi di scopiazzamento più o meno volgare ? 
Non saprei , ma ritengo ben oltre il volgare vendere a cifre assurde e , per arrivare a questo , trovare recensori e giornalisti che scrivono dabbenaggini x avvalorare certe elettroniche , dopo ovvio contratto pubblicitario del distributore con la testata .
Mai sentito un Perreax ? , li importava Consolandi 
Lette le prove del Perreaux su una rivista del settore ?
Se la risposta è sì per entrambe le domande , allora la volgarità è x altri  sly , almeno io penso


Ultima modifica di domenico80 il 29/1/2018, 08:24, modificato 1 volta
avatar
domenico80
mela
mela

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 28.01.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Certo che... sti cinesi (Dartzeel NHB-108)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum