Finalmente sono arrivati

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 3/2/2015, 12:26

grazie mille Alex.
Provo a sentirli, anche se il cd65 non mi ispira tanto. Lo trovo alquanto bruttino per essere vintage.

Una sola considerazione.
Da amante del 1704 BB, ho avuto vari dac con questo chip.
Quelli che mi son rimasti nel cuore sono il NAIM (venduto per motivi economici) e l'AN Dac3 (l'attuale).
Le implementazioni degli stadi di uscita sono eccezionali per entrambe le macchine, SS per il primo e tube per il secondo.
Devo dire che col senno di poi il basso roccioso e granitico del naim mi manca tanto, a fronte di una gamma media da brivido del AN.
Manca anche molto il PRAT.
Devo dirti di più, quando trafficavo con il VHF avevo il Naim. Dopo la vendita ho quasi smesso di ascoltare in cuffia, probabilmente per la scarso feeling tra il vhf ed il dac AN. Invece il vhf con il naim letteralmente volava.
Ovviamente il tutto va contestualizzato anche sull'impianto tradizionale, ove le valvole hanno la meglio.
Posso solo dire che a mio parere non vi è una tecnologia che vince sull'altra ma entrambe avevano pro e contro.
Capisco però che per la tua filosofia di ascolto/progettuale, tu possa preferire lo SS.

Per come la vedo io, varrebbe la pena implementare entrambe le due tipologie sul cd grande sorriso.

Appena ho notizie ci aggiorniamo.
Saluti e grazie


Ultima modifica di agenzia.tormenti il 3/2/2015, 12:39, modificato 1 volta

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 3/2/2015, 12:31

......Anche se dentro di me, dopo aver fatto varie sperimentazioni, penso che la chiave di volta per il cd player sia l'implementazione di uno stadio di uscita a trasformatori (parafeed) con valvole toste ma musicali (e182cc, e80cc, 6n6 etc).

Saluti
Francesco

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da bandAlex il 4/2/2015, 00:17

@agenzia.tormenti ha scritto:grazie mille Alex.
Provo a sentirli, anche se il cd65 non mi ispira tanto. Lo trovo alquanto bruttino per essere vintage.

Rimarrai deluso anche dal CD40, allora. In foto è meglio del CD65, ma sempre di plastica si tratta, anche se devo dire che la disposizione dei tasti e il display non sono affatto male (meglio di quelli del CD80, secondo me).

Devo dire che col senno di poi il basso roccioso e granitico del naim mi manca tanto, a fronte di una gamma media da brivido del AN. Manca anche molto il PRAT.

Il PCM1704 è rinomato per avere una gamma bassa molto ben definita, e leggermente più presente rispetto ai concorrenti. L'ho potuto appurare con La Voce di Aqua, che permette di cambiare agevolmente il chip dac per mezzo di schedine apposite. Ebbene, il 1704 era quello con i bassi più belli, subito dietro veniva il TDA1541 e per ultimo l'AD1865, che restituiva il suono più esile dei tre.

Naturalmente non si tratta solo di quantità di bassi, ma di una resa complessiva più o meno convincente.

Tutti e tre i chip comunque restituivano una riproduzione di alto livello, e la preferenza per uno o l'altro era sostanzialmente legata ai gusti personali. A me piace un suono dinamico con i bassi ben presenti, e nello stesso tempo spaziale e raffinato. Difficile, ma ho il sospetto che il TDA1541 possa avvicinarsi molto a questo obiettivo, se il contorno è quello giusto...

avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 4934
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da bandAlex il 4/2/2015, 01:14

@bandAlex ha scritto:Alla sinistra si vede il chip dac TDA1541 (rappresentato da un rettangolo con all'interno la scritta "DAC"), mentre  proseguendo a destra si incontra un operazionale, un NE5532. Il 5532 è un circuito integrato a 8 piedini, e all'interno contiene 2 amplificatori operazionali. Nello schema si vedono due triangoli per canale, indicati con 6536A e 6536B. Quindi ciascun canale è servito da un unico circuito integrato.

La prima considerazione che viene in mente guardando questa parte dello schema è quella di uno stadio di uscita abbastanza convenzionale, tipicamente in linea con quello che era proposto nel 90% dei prodotti di quel periodo. Tenete presente che la stessa tipologia di circuito la ritroviamo sia nel CD80, che nel CD337 di Sony, due macchine di altissimo livello, e quindi non si tratta di una questione di economia di scala, o almeno così non dovrebbe essere. Più che altro, l'operazionale permetteva di ottenere le migliori prestazioni in termini di THD e rumore, in maniera semplice e affidabile. E nessuno a quel tempo osava mettere in discussione la superiorità di un NE5532 rispetto a un circuito a discreti.

Oggi le cose sono cambiate: in un CD80 costruito ai nostri giorni, di pari livello, e quindi avente come target il pubblico audiofilo, probabilmente non troveremmo un paio di NE5532 in quel punto, quanto piuttosto qualcosa a discreti se non addirittura un paio di valvole. Una cosa è certa: costerebbe molto di più di quanto costava a quell'epoca un CD80.

La lezione dovrebbe essere chiara. A quei tempi nessuno avrebbe sospettato che due macchine, posizionate in segmenti di mercato ben diversi, fossero in realtà così simili. Ma oggi abbiamo gli schemi elettrici, e possiamo farci un'idea precisa di come stessero le cose. Ciò che differenziava le macchine era in sostanza il peso del cabinet e la meccanica. E qualche piccola differenza di ordine elettrico che però scompare se teniamo in conto il fatto che lo stadio di uscita era lo stesso.

Questo vuol dire che ci prendevano in giro? No, il mercato offriva ciò che il cliente voleva, e infatti ce n'era per tutti, sia per chi aveva poco da spendere, sia per chi poteva permettersi un lettore più costoso.

La cosa meravigliosa, era che la tecnologia impiegata era così precisa e a buon mercato che tutti potevano godere comunque di un'ottima prestazione sonora. E infatti, a risentirli oggi, quello che differenzia un CD40 da un CD80 è solo questione di gusti, o forse di suggestione. Del resto, due lettori con lo stesso chip dac e lo stesso stadio di uscita, difficilmente possono suonare diversamente. Anche se qualche piccola differenza c'è, ovviamente, e io stesso, come ho già scritto qualche giorno fa, ho preferito il CD40, per cui proprio uguali non sono...

In effetti, una volta tolto il coperchio al CD40 è uscito fuori che l'operazionale saldato sulla board non era l'NE5532, ma un più anonimo LM833. Evidentemente avevano usato quello che era disponibile - o più conveniente - in quel momento. Quindi le piccole differenze sonore erano probabilmente da imputarsi all'operazionale diverso, piuttosto che a due macchine diverse.

Il costruttore non si preoccupò minimamente di scrivere sul depliant il tipo di operazionale usato (come fanno oggi), o quanti condensatori di filtro ci fossero nello stadio di alimentazione. Non si vantava del toroidale (che non c'era) e nemmeno del cablaggio. L'unica velleità "hi-end" era la selezione sul chip dac, che riguardava il CD80, con il suo TDA1541 "S1". Alcune raffinatezze si potevano vedere solo sapendo leggere lo schema elettrico. Ma, come ho detto, il grosso lo facevano il cabinet e la meccanica.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 4934
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 4/2/2015, 07:33

Molto interessante.
Non ho mai confrontato macchine marantz di quell'epoca, mi sembra veramente allucinante tutto ciò, ma nello stesso tempo ci credo.
Addirittura preferisci il cd40…. Conosco gente, proprietaria di CD80 che mi mangerebbe vivo se dicessi una cosa del genere…cry

In ogni caso se ne son vista tante nel mondo dell'audio.
Quando ho comprato il mio primo lettore cd (anni90) volevo ardentemente il rotel 965le, osannato dalle riviste. L'avevo ascoltato in negozio, che si vedevano bene ad avere anche il 955ax. Era generalmente accompagnato dal cd base, il 930 se non erro, macchina molto diversa. In buona sostanza non si potevano paragonare le due macchine (955ax e 965) in quanto non presente nei negozi pugliesi. Quando mi decisi sull'acquisto avevano tirato fuori il 970bx, togliendo dalla produzione sia il 965 che il 955. Morale della favola acquistai a scatola chiusa senza manco ascoltarlo pensando che il progresso tecnologico servisse a qualcosa invece mi portai a casa uno dei più grossi ciofeconi…Lo conservo ancora il lettore, per motivi affettivi più che altro. Dopo molti anni beccai una recensione di stereophile in cui confrontavano il 965 ed il 955, il secondo usciva vincente.

Tornando invece al 1704, le mie valutazioni erano riferite proprio alle differenze uditive tra stadio di uscita a SS e valvole. Il 1704 suona in maniera diversa nel Naim rispetto ad esempio al dac lector top di gamma (che non mi è piaciuto per nulla, in riferimento al suo costo, ma se lo dico in giro mi prendono in giro), che suona diverso rispetto al mi AN DAC3 che monta i 1704.

Continua la ricerca dunque. A questo punto mi assesto su macchine tipo cd50 e rotel 955ax.

Grazie mille per la condivisione delle tue valutazioni/prove.
Saluti
Francesco

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 4/2/2015, 07:37


agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 6/2/2015, 18:34

Trovato il Marantz CD50…..
Senza telecomando, con l'ingranaggio per la fuoriuscita della meccanica da sostituire, qualche graffio ma tutto sommato in uno stato decente…..
L'ho portato via ad 80 euro. Non so se è troppo.

Comunque provo a darci un'occhiata, anche se ad una prima occhiata mi sembra che il rotel 955 sia più tosto come base di partenza per eventuali elaborazioni.
Tutte le nervature in plastica tolgono molto spazio.
Se si decide per uno stadio di uscita a valvole mi sa che bisogna tagliarle per farci spazio.

Ma la meccanica è inglobata nella struttura in plastica del telaio oppure si può sfilare?

Capisco anche il motivo per cui avete preferito il cd40….Quell'uscita variabile serve a poco.

Monta un tda1541 con la sigla R1, operazionali NE5332.
La meccanica legge senza problemi qualsiasi cosa che possa essere imparentata con un cd, fantastico. L'accesso alle tracce è fulmineo
Messo alla veloce sull'impianto fa paura…….per quanto suona male fisch
in gamma media ed alta sparati e basso molle.
Intravedo però delle potenzialità.

Per il momento ci faccio giocare le bimbe.

Solo una domanda. A vostro parere la sostituzione dei condensatori di bypass sul tDA con i plastici (come insegna Fikus) ha un ruolo fondamentale?
Sono cavoli amari sostituirli sul cd50…
Saluti e grazie per il momento.
Francesco

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Pgragnani2 il 7/2/2015, 14:02

E' strano, dovrebbe montare il 1541 normale, non l'R1 che invece dovrebbe essere sul CD40. La scelta del 50 é anche legata all'uscita digitale. L'uscita variabile può essere utile per l'uscita cuffia.
Questo fatto che suona male, poi, oh my!.
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1223
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 7/2/2015, 14:43

Ciao Pierpaolo ( se non erro).
Ma il R1 è più scarso del tda1541A normale? Mi era parso di capire che veniva dopo il S1.

Sul suono….magari è rimasto fermo per tanto tempo… Vi dirò nei prossimi giorni.

Una domanda. Mi pare che sei tra quelli che non preferiscono il NOS rispetto alla implementazione normale. Puoi indicarmi quali sono, sonicamente parlando, le differenze che ti fanno preferire il cd50 as is?
Saluti
Francesco

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Pgragnani2 il 7/2/2015, 14:59

R1 dovrebbe essere la versione "relaxed". Le differenze sono monime, ma dovrebbe essere quella piû economica. Il cd50 montava la normale: secondo me è stato sostituito.

Ho ascoltato il cd40 nos di Alex ( con il 1541, non R1) e le differenze con il cd50 stesso chip erano davvero esigue, forse leggermente meglio il nos; quello che oreferivo a entrambi era il dddac 1794 nos.
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1223
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 7/2/2015, 15:33

Grazie mille.
Ero convinto che R1 fosse migliore del 1541a senza alcuna sigla.
http://www.diyaudio.com/forums/digital-line-level/14913-tda1541-r1.html
Non so cosa sia il dddac 1794.
A presto

agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Pgragnani2 il 7/2/2015, 15:54

Si, certo, quando parlo dei 1541' do sempre per scontata la "a". 
Il dddac è interessante: http://www.dddac.com

C'è anche un'altro kit davvero interessante con il dac ladder a discreti con le resistenze selezionatissime, ma non ricordo il link, forse Alex può aiutarmi.....
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1223
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da fstiffo il 7/2/2015, 21:11

avatar
fstiffo
nespola
nespola

Messaggi : 316
Data d'iscrizione : 02.05.14
Località : Venezia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da bandAlex il 8/2/2015, 02:10

@agenzia.tormenti ha scritto:Tutte le nervature in plastica tolgono molto spazio. Se si decide per uno stadio di uscita a valvole mi sa che bisogna tagliarle per farci spazio.

Io le ho tolte, infatti. Nelle intenzioni del costruttore c'era quella di rendere la struttura più rigida, ma in pratica non servono a molto. Nel nostro caso sono addirittura un impiccio.

Ma la meccanica è inglobata nella struttura in plastica del telaio oppure si può sfilare?

La meccanica è una parte a se' stante, e si sgancia dal telaio togliendo delle viti.

Capisco anche il motivo per cui avete preferito il cd40….Quell'uscita variabile serve a poco.

L'uscita variabile serve a poco, ma il CD50 ha in più l'uscita SPDIF, che al contrario può essere molto utile.

Monta un tda1541 con la sigla R1, operazionali NE5332.

Se metti una foto dello stampato, forse posso capire da qualche dettaglio se il chip è stato sostituito oppure no.

Messo alla veloce sull'impianto fa paura…….per quanto suona male. gamma media ed alta sparati e basso molle.

Questo mi sorprende. Del mio esemplare posso dire che, allo stato originale, non aveva questi difetti che sembra avere il tuo. E neanche il CD50 di Pierpaolo, che praticamente suonava identico al mio CD40.

Per il momento ci faccio giocare le bimbe.

Sempre meglio dell'iPod.

Solo una domanda. A vostro parere la sostituzione dei condensatori di bypass sul tDA con i plastici (come insegna Fikus) ha un ruolo fondamentale?

No, se non è vista in un contesto di modifiche più ampio. Tra l'altro, non è detto che in quella posizione un condensatore a film si comporti meglio di un ceramico o di un analogo in SMD. Quei condensatori sono lì per bypassare i residui di commutazione ad alta frequenza, per cui è fondamentale che essi presentino la più bassa induttanza parassita. Per questo motivo, più piccoli sono e meglio è. Naturalmente la situazione ideale sarebbe quella di condensatori piccoli e nello stesso tempo della capacità più elevata possibile. Questo spiega perchè in quella posizione in alcuni casi sono stati utilizzati condensatori al tantalio.

Sono cavoli amari sostituirli sul cd50…

Non è necessario togliere quelli in SMD, anzi è bene tenerli e saldare in parallelo dei film plastico di capacità più elevata.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 4934
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da bandAlex il 8/2/2015, 02:28

@agenzia.tormenti ha scritto:Ero convinto che R1 fosse migliore del 1541a senza alcuna sigla.
http://www.diyaudio.com/forums/digital-line-level/14913-tda1541-r1.html

La "R" di "R1" dovrebbe stare per "relaxed", ovvero una selezione con caratteristiche leggermente inferiori alla media. Francamente, a dispetto di quanto scrivono molti su diyaudio.com, non credo che sia facilmente udibile la differenza tra le varie selezioni. Credo invece che conti molto di più lo stadio di uscita, ad esempio. Per cui non mi preoccuperei più di tanto di questo dettaglio.

Nel CD40 ho dissaldato il TDA1541 e ho messo uno zoccolo, per cui ho potuto fare diversi raffronti con varie versioni del chip (A, non A, R1, etc.) e posso dire che le differenze, se ci sono, per il mio orecchio sono al limite dell'udibile. Il che non vuol dire che non ci siano. Ognuno di noi ha le proprie capacità uditive, per cui è bene che simili raffronti vadano fatti in prima persona, se è possibile. Alle misure si tratta come al solito di qualche punto dopo lo zero virgola di THD, non credo che basti a spendere le cifre folli che richiedono per un chip "S1".

avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 4934
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Pgragnani2 il 8/2/2015, 17:38

Quello! Grazie
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1223
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da agenzia.tormenti il 20/2/2015, 16:42

Ciao,
con un po' di ritardo posto le foto del chip presente sul mio cd50, che ricordo essere un tda1541a R1.
Dalle foto mi pare di capire che non è stato sostituito.
Oggi ho sostituito l'ingranaggio per l'apertura del cassetto….Incredibile si staccava a pezzi peggio di un cracker.

Sarebbe interessante vedere qualche foto dei vostri modificati, anche per capire come avete ottimizzato gli spazi interni.
Saluti
Francesco




agenzia.tormenti
arancia
arancia

Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da luma il 15/1/2016, 18:41

Ciao a tutti interessante questo 3D peccato si sia fermato avete proseguito la sperimentazione/ascolto?

Luca
avatar
luma
mela
mela

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 01.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Leon77 il 15/1/2016, 21:26

@Pgragnani2 ha scritto:
Quello! Grazie

Ci sto facendo un pensiero, ormai è maturo, questo mese ha rilasciato la 3 revisione, con l'aiuto della comunità di diyaudio e un firmware migliorato credo che sia giunto il momento di provarlo.
Se qualcuno è interessato posso aprire un thread.
avatar
Leon77
mela
mela

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da gig il 17/1/2016, 12:46

Potremmo utilizzare un thread già aperto:
http://giardinoelettronico.forumattivo.it/t632-modulo-dac-soekris-r-2r-24-bit-384-khz-su-diyaudio

Io sto utilizzando con soddisfazione la prima versione e a breve vorrei apportare le modifiche consigliate dallo stesso costruttore
avatar
gig
mela
mela

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 17.08.11
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Leon77 il 17/1/2016, 16:49

Ok, ci vediamo di la
avatar
Leon77
mela
mela

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 27.05.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da luma il 4/2/2016, 01:06

@luma ha scritto:Ciao a tutti interessante questo 3D peccato si sia fermato avete proseguito la sperimentazione/ascolto?

Luca

Molto incuriosito dalla discussione mi sono procurato un Marantz CD50

Attaccato all'impianto cuffie ho ascoltato un paio di dischi suona proprio bene già cosi!

Che modifiche avete implementato? Stadio di uscita a discreti al posto degli operazionali?
avatar
luma
mela
mela

Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 01.01.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Finalmente sono arrivati

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum